Avventura on line: la gioia e lo stupore passano dalla rete #iorestoinfamiglia

In questo periodo in cui tutti insieme ci troviamo ad arginare la diffusione di questo virus, la nostra attività formativa e pedagogica non si ferma. 
Nella prima settimana abbiamo avuto la necessità di riflettere in primis noi educatori ed educatrici per ritrovare la nostra nuova dimensione professionale, ci siamo ritrovati educatori senza “educandi”… i nostri bambini e bambine nonché gli allievi della prima media ci sono mancati già dal primo giorno!
Allora ci siamo detti: “come possiamo raggiungere i nostri bambini pur rimanendo distanti? come ci può aiutare Internet in questo periodo surreale?”
Come è nello stile montessoriano, la creatività è all’ordine del giorno quindi ci siamo fin da subito impegnati nell’ideare e realizzare sulla carta parte del materiale montessori di uso comune nella quotidianità a scuola…questi sono stati giorni di euforica creazione! Gli ambienti del percorso medie, la biblioteca, la mensa si sono trasformati in spazi dedicati alla realizzazione dei materiali, materiali pensati su misura per ogni bambino, materiali organizzati per le singole aree: l’area del linguaggio, la psicoaritmetica, il materiale per le ricerche scientifiche ed il materiale da costruire.

Una volta creato, il materiale – seguendo le restrizioni e le prescrizioni del decreto del nostro governo – è stato recapitato nelle case di ogni bambino e bambina, mentre noi educatori sperimentavamo il modo più semplice ed efficace per mettere in rete tutti.

Abbiamo temporaneamente creato aule virtuali. E’ stato scelto un servizio web di video-presenza che permette di fare dei meeting e di collaborare condividendo lo schermo e gli elaborati prodotti. Inoltre abbiamo creato dei mini gruppi che rispecchiano l’attuale preparazione degli allievi per cercare di fare tre tipologie di incontri, uno per la casa dei bambini, uno per il gruppo prima e seconda elementare, uno per il gruppo terza, quarta, quinta e prima media.
Ma non è tutto. Abbiamo sentito la necessità di stare vicino ai genitori, quindi nel nostro calendario settimanale dei video-incontri ci sono anche tre collegamenti pomeridiani dedicati ai genitori, eh si, anche i genitori stanno trasformando la loro quotidianità trascorrendo molto più tempo in casa con i figli, sostenere loro vuol dire contribuire all’armonia familiare. In questi incontri dedicati si cerca di accogliere quesiti e affermazioni e vengono proposti argomenti di discussione.
Ogni collegamento dura 40 minuti, i bambini si salutano, parlano e fanno domande, ritrovano quella familiarità che non è mai venuta meno…poi ci sono i “comandi” per il giorno dopo, i comandi non sono compiti da fare a tutti costi….ma in genere dato che sono “inviti” ad eseguire attività interessanti, divertenti, curiose, vengono svolti con regolarità. E ci fa piacere sentire che i bambini sono autonomi e che la formazione a distanza coinvolge e non travolge le giornate.
E’ un pò questo il punto…tramite la rete e le tecnologie cerchiamo di mantenere comunque elevato lo stupore, la sorpresa….Ad esempio il comando che abbiamo dato ai piccolini della fascia 3/6 anni è stato quello di costruire di disegnare insieme a mamma e papà dei fiori di carta e poi il giorno dopo abbiamo richiesto di ritagliarli e metterli in un vaso vero per portare un pò di colore sulle tavole…
Già nella prima settimana di video-lezioni, con i bambini più grandi facciamo esperimenti di botanica, scriviamo temi e storie, facciamo le operazioni “a mente” durante le video-chiamate,  facciamo anche dei lavoretti come è accaduto per la festa del papà. I bambini sono stati invitati a togliersi il calzino e disegnare la sagoma del loro piede mentre imparavano il nome delle dita: alluce, illice, trillice, pendolo e mellino…

Per noi educatori vedere la gioia le risa sui loro visi è stato il regalo più bello di sempre.

In questo periodo troviamo più forte che mai il sostegno delle formatrici di MontessoriInPratica, istituzione che dal 2013 sostiene il nostro progetto A scuola in libertà.
Questi appuntamenti sono rivolti alla condivisione di materiale e di idee che nascono come funghi nel periodo più consono! Come equipe ristretta ci incontriamo due pomeriggi a settimana per discutere sugli incontri avvenuti dedicati ai bambini e genitori e per organizzarne di nuovi, aggiustando ogni volta il tiro nel caso ci fosse necessità.

Lunedi 23 marzo 2020 abbiamo iniziato la seconda settimana di questa nuova avventura online e non vediamo l’ora di poter condividere con voi le prossime scoperte.

Mai come oggi siamo desiderosi di abbracciarvi e stringervi forte ricordandovi di restare in famiglia.

Paola, Gianni, Sonia, Caterina, Ylenia, Cassandra

Incontrare e Vivere Montessori

 

L’associazione Parlare Pace Onlus propone un ciclo di incontri residenziali in un ambiente educativo ad indirizzo montessoriano.

Da marzo a dicembre 2019, nei giorni di sabato e domenica dalle ore 9:00 alle ore 18:00. Le date sono riportate nella locandina che segue.

Gli incontri sono rivolti a chi intende avviare attività educative ad indirizzo montessoriano per bambini di 5 – 8 anni.
Il nostro scopo è introdurre i partecipanti ad un primo contatto con l’approccio educativo di Maria Montessori per accompagnarli nel complesso processo di sviluppo e di crescita. Durante gli incontri si alterneranno momenti teorici a situazioni di condivisione esperienziale, di pratica e realizzazione di materiali.

Gli incontri sono aperti a coloro che sono interessati ad approfondire gli aspetti formativi del Metodo Montessori (insegnanti, educatori, animatori, psicologi, genitori di educazione parentale).
Per l’intero periodo proposto, i partecipanti potranno avvalersi dell’assistenza dei docenti su problematiche specifiche.

Contatti e iscrizioni:
Chiamare il 349.5356169 dalle 16:00 alle 18:00 dal lunedì al venerdì, scrivere a: puoi@parlarepace.it
E’ previsto un numero massimo di partecipanti.

Incontrare e Vivere Montessori: locandina da stampare